LA CIVILTÀ DELLE ARMI

E LE CORTI DEL RINASCIMENTO

31 agosto 2021 - 6 gennaio 2022

 

 

La mostra è una rilevante occasione per svelare una nuova storia sugli uomini d’arme, ceto sociale che contraddistingue Anghiari fra Quattrocento e Cinquecento. Le opere provenienti da Le Gallerie degli Uffizi sono significative per raccontare quel periodo e per descrivere il successo dell’idea leonardesca nella rappresentazione delle battaglie di cavalleria. 

Gli uomini d’arme anghiaresi vissuti nel Quattrocento hanno avuto significativi contatti con gli ambienti italiani più colti e all’avanguardia del periodo, palesando una situazione molto originale e dai tratti inattesi. Questi Nostri investono nel proprio prestigio, al pari dei loro più illustri omologhi e divengono il mezzo attraverso il quale il paese si riscatta da centro rurale a piccolissima corte. 

Le notizie d’archivio ci conducono a riflettere sull’effettivo apporto culturale di questa gente in armi. Essi sembrano i pochi, al tempo, in grado di elevare lo status quo intellettuale del borgo fortificato.  Essi sono aiutanti di importanti cantieri in edifici religiosi, patrocinano cappelle e sepolture per sé stessi e le proprie famiglie, commissionano opere d’arte nella vicina Firenze, gli viene affidata la costruzione di opere fortificate ancora oggi visibili, perseguono prestigiose politiche matrimoniali.

Questo singolare contesto storico di Anghiari è un caso unico in Italia, che oggi permette alla cittadina di avere relazioni con i più prestigiosi musei e centri di ricerca d’Italia.

Le sezioni della mostra

Tutte le informazioni in breve

 

Periodo:

Dal 31 agosto 2021 al 6 gennaio 2022

 

Sede:

Museo della Battaglia e di Anghiari

 

Tutti i giorni:

9.30-13.00 e 14.30 -18.30